Società Cooperativa Sociale Mondi Aperti Onlus
21 October 2014
Chi siamo
21 October 2014


La cooperativa sociale Mondi Aperti Onlus (già Mondo Aperto Onlus) si trasforma da Cooperativa Sociale di tipo A a Cooperativa di tipo A e B il 28 luglio 2016 con atto notarile, aderente a Legacoop Emilia Ovest è attiva nei settori educativi e interculturali dal 2009, mentre da settembre 2016 ha intrapreso l’attività nel settore delle pulizie e nel settoreinserimento lavorativo (assemblaggio) a dicembre 2016 stipulando la convenzione con l’Agenzia Regionale del Lavoro, Ufficio Collocamento Mirato Disabili e la ditta Groppalli aderente all’Associazione Datoriale firmataria della Convenzione quadro ex 22 L.R. n. 17/2005 stipulata in data 4 maggio 2006, ha favorito l’inserimento lavorativo di quattro persone svantaggiate iniziando così l’opera sociale prevista dallo statuto. 

Sono nostri partner, nonché soci sovventori, realtà come Gester soc.coopOpen Group e Boorea che contribuiscono a consolidare e sviluppare in un otticca di cooperazione l'attività di Mondi Aperti.


CDA
Belluomini Ulisse, Presidente

Sergio Driganti, Vice-Presidente 

Campagnoli Enrico, Consigliere

Ercoli Ortensia, Consigliere

Rancati Enrico (Consigliere)






Lo scopo della Cooperativa

La Cooperativa è retta e disciplinata dai principi della mutualità senza fini di speculazione privata.
Lo scopo della Cooperativa Sociale è quello di perseguire l'interesse generale delle comunità alla promozione umana e alla integrazione sociale dei cittadini attraverso lo svolgimento delle attività di cui al successivo art. 5 ai sensi della Legge 8 novembre 1991, n. 381, articolo 1, lettere a) e b).

La cooperativa favorisce il miglioramento delle condizioni economiche, sociali e professionali dei propri soci, ed in particolare promuove l'avviamento al lavoro, l'inserimento e la crescita professionale dei propri soci.
Per la realizzazione di ciò, la Cooperativa organizza un'impresa senza fini di lucro che, mediante la solidale partecipazione della base sociale e di tutto il gruppo sociale che ad essa fa riferimento, svolga attività finalizzate alla qualificazione umana, morale, culturale e professionale, al recupero e alla valorizzazione delle risorse e delle potenzialità delle persone che si trovano in stato di bisogno.


• Tali finalità sono perseguite anche attraverso lo svolgimento delle attività di cui alla lettera b) dell'art.1 della Legge n.381 del 1991 per l'inserimento lavorativo delle persone svantaggiate come da statuto.

• La cooperativa, nello svolgimento della propria attività, si avvale prevalentemente delle prestazioni lavorative dei soci. La cooperativa potrà svolgere la propria attività avvalendosi anche delle prestazioni lavorative di soggetti diversi dai soci.


Ai fini del raggiungimento degli scopi sociali, come disposto dalla Legge 3 aprile 2001, n. 142 e successive modificazioni ed integrazioni, i soci instaurano con la cooperativa un ulteriore rapporto di lavoro, in forma subordinata o autonoma, ovvero in qualsiasi altra forma consenta la legislazione italiana.

La tutela dei soci lavoratori viene esercitata dalla cooperativa e dalle associazioni di rappresentanza, nell'ambito delle leggi in materia degli statuti sociali e dei regolamenti.

La cooperativa potrà svolgere la propria attività anche con terzi non soci. La cooperativa è retta e disciplinata dai principi della mutualità prevalente di cui all'articolo 2514 del codice civile. Per il requisito della prevalenza, si rende applicabile, in ogni caso, la disposizione di cui all'art. 111-septies, R.D. 30 marzo 1942, n. 318. La gestione sociale deve essere •–… orientata al conseguimento dei parametri di scambio mutualistico prevalente di cui agli articoli 2512 e 2513 del codice civile. La cooperativa si propone, altresì, di partecipare al rafforzamento del movimento cooperativo unitario italiano. Per ciò stesso la cooperativa aderisce alla Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue ed ai suoi organismi periferici nella cui giurisdizione ha la propria sede sociale. Su deliberazione del consiglio d'amministrazione potrà aderire all'associazione nazionale di categoria ed alla relativa associazione regionale aderente alla Lega Nazionale Cooperative e Mutue, nonché ad altri organismi economici o sindacali che si propongano iniziative di attività mutualistiche, cooperativistiche, di lavoro o di servizio

Tra i nostri obiettivi: 

-promuovere il dialogo e la convivenza costruttiva tra soggetti appartenenti a culture diverse;
- promuovere la cooperazione e il sostegno delle nuove generazione ;
-favorire l’integrazione dei soggetti all’interno del territorio (italiano L2 e mediazione culturale) ;
-rendere i bambini/ragazzi protagonisti attivi del servizio (scuola , doposcuola , laboratori ,corsi) ;
-condividere e valorizzare i valori culturali di cui ogni persona è portatrice;
-favorire la comunicazione tra ragazzi e famiglie (prevenzione del disagio familiare);
-stimolare la creatività e la manualità (laboratori e corsi);
-favorire la socializzazione tra ragazzi di classi ed età differenti portatori di saperi comuni
(peer education);
-stimolare attraverso le attività laboratoriali l’accettazione ed il senso di autostima di ogni ragazzo;
-evidenziare il ruolo dell’educatore e facilitatore  come filtro e punto di riferimento altro da scuola e famiglia;
-prevenire il disagio (antidispersione scolastica);
-supportare l’acquisizione di una competenza linguistica e comunicativa
-organizzare e gestire corsi di lingua italiana per adulti stranieri finalizzati all’inserimento lavorativo (corsi italiano L2 minori e adulti)
-valorizzare il background culturale di ogni individuo
-favorire il partnerariato con gli enti pubblici e privati facenti parte del territorio



COOPERATRICI E COOPERATORI: PERCHE?


La cooperativa è un’impresa che, oltre a dover competere sul mercato, cerca di realizzare alcuni importanti valori di solidarietà e di mutualità fra lavoratori e fra generazioni.
In questo senso il mondo cooperativo rappresenta un modello di economia alternativo a quello liberista, basato sul profitto individuale.
Ancora oggi i valori e i principi cooperativi continuano ad essere la più grande ricchezza per il mondo cooperativo al punto da costituire anche un importante fonte di vantaggio competitivo.
Il successo di una cooperativa dipende infatti dal grado in cui i cooperatori riescono a dar vita ad un’impresa che incarni in pieno i valori di mutualità, solidarietà, democrazia e pluralismo.
Anche per questo l’ACI (Alleanza Cooperativa Internazionale), a cui Legacoop aderisce, ha ritenuto opportuno sintetizzare i principi che guidano l’agire dei cooperatori in un’apposita Tavola dei Principi, approvata dal XXXI Congresso, tenutosi a Manchester nel 1995.
Sempre nel 1995, poi, la Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue ha deciso di elaborare una Carta dei valori cooperativi, vero e proprio punto di riferimento per ogni cooperatore degno di questo nome.